Juliette Binoche e Kristen StewartGià dal titolo – “Clouds of Sils Maria” – quest’opera è impalpabile. Vi si fa riferimento a un suggestivo fenomeno atmosferico, il “Serpente del Maloja”, consistente in una formazione di umidità condensata che, formandosi sopra i laghi di Como e di Chiavenna, si incunea nella Val Bregaglia, risale le pendici del Passo per riversarsi in Engadina, snodandosi come un serpente cinese per tutta la lunghezza della valle.

Read more: Sils Maria, di Olivier Assayas

È sorprendente incontrare sulla strada tra Arles, capitale della Camargue, e Aigues Mortes la Chapelle de Pive, un piccolo tesoro d’architettura neo-romanica contenuta nella proprietà (privata) dell’azienda vinicola Jeanjean. L’edificio da il nome a un apprezzato rosè dei vigneron de sable.

Read more: Il Domaine de Montcalm à Vauvert

Ho avuto un padre poco incline alle smancerie. Aveva le sue giustificazioni, non lo nego, ed è inutile rivangare. Discorso chiuso. Il punto è che, fin da bambino, mi sono ingegnato ad adottare misure adeguate a contrastare le sue eccentricità.

Read more: Oscurità, nevrosi, feticismo, cancelleria

Ogni tanto esce un film che sicuramente non vincerà un Oscar nè sarà citato tra i Golden Globe, ma che, al termine della proiezione lascia lo spettatore appagato e ricolmo di suggestioni e di episodi su cui rimugginare. È il caso di questo film messo in scena da Scott Frank, noto più per le sue sceneggiature di film tratti da romanzi di Elmore Leonard (Get Shorty, Out of Sight) e Philip Dick (Minority Report), nonché di questo La preda perfetta (2014), di Lawrence Block A Walk Among the Tombstones (Un'altra notte a Brooklyn, 2013, Sellerio Editore Palermo), con Liam Neeson, Dan Stevens, David Harbour, e Boyd Holbrook (tra gli altri) di cui, questa volta, Frank è anche regista.

Read more: La preda perfetta

Con l'avanzare degli anni mi succede una cosa imbarazzante. Sempre di più apprezzo i film che parlano di reali: principesse, regine e castelli in aria. Dev'essere un fatto ormonale. Vacanze romane mi fornisce materiale per incredibili elucubrazioni. Sostengo veementemente con i miei esterefatti compagni di baldoria la credibilità di Helen Mirren come Elisabetta II. Mia moglie è contenta perché finalmente ha un'amica con cui parlare.

Read more: Grace di Monaco

Noto per la predilezione per storie insolite, paradossali, scabrose, raccontate in maniera anti-convenzionale, a volte proprio bizzarra, David Cronenberg è autore, tra gli altri, di Crash, A Dangerous Method, La promessa dell'Assassino, Cosmopolis... e ultimamente di questo Maps to the Stars (2014).

Read more: Maps to the stars

Allora. Le cose stanno così. Un ragazzo, un uomo, mi ha chiesto di intervistarmi. La richiesta insieme mi lusinga e mi infastidisce perché mi obbliga a dargli retta a detrimento di impegnative attività. Ovviamente non voglio disgustarlo.

Read more: Intervista

Confesso. Sull'Esposizione Universale 2015 che sta avendo luogo a Milano, nutro dei forti  pregiudizi che mi rendono difficile apprezzare l'evento in tutta la sua pregnanza e anche solo parlarne “serenamente”. Perciò, confronterò queste mie perplessità ai fatti, cercando di demolirle, se possibile, ed essere il più possibile obiettivo.

Read more: EXPO-Le opinioni

 • “Governance” è una parola inglese derivata dal latino “gubernantia” che è molto di moda da quando le società di consulenza l'hanno introdotta, intesa come “good governance”, nel lessico del loro materiale promozionale. Si riferisce a tutti quei processi di gestione svolti da un governo, all'interno di un mercato o nei limiti di una rete di relazioni, sia che si tratti di una famiglia, una tribù, un'organizzazione o un territorio, avvalendosi di leggi, norme, poteri o linguaggi.

Read more: “Governance”. Un concetto elusivo

Non intendo tornare sulla vecchia, mai sopita diatriba se sia opportuno, ancorché legittimo, utilizzare termini stranieri al posto dei corrispondenti vocaboli italiani. Per me, fate come volete e comunque, come in ogni cosa, è tutta una questione di misura. Cercate solo di non farvi ridere dietro.

Read more: Performance / prestazione / esibizione / esecuzione / interpretazione

Subcategories